Arte Antica e Moderna

La carezza dell’alba in una notte rischiarata

Non c’è miglior tempo per una visita alla Pinacoteca Züst di Rancate che lo scorrere delle prossime settimane agostane. L’invito è rivolto a tutti coloro che avranno qualche momento da spendere in Ticino, tra una passeggiata in montagna e un

/ No comments

La carezza dell’alba in una notte rischiarata

Non c’è miglior tempo per una visita alla Pinacoteca Züst di Rancate che lo scorrere delle prossime settimane agostane. L’invito è rivolto a tutti coloro che avranno qualche momento da spendere in Ticino, tra una passeggiata in montagna e un

/ No comments

Petrini: una scoperta e dieci dipinti inediti

Chi è il mercante d’arte? Un professionista che, come diceva Giovanni Testori, deve «saper vedere quel che gli altri non vedono, saper prevedere quel che gli altri non prevedono, e saper rischiare dove gli altri non rischiano». La storia di

/ No comments

Petrini: una scoperta e dieci dipinti inediti

Chi è il mercante d’arte? Un professionista che, come diceva Giovanni Testori, deve «saper vedere quel che gli altri non vedono, saper prevedere quel che gli altri non prevedono, e saper rischiare dove gli altri non rischiano». La storia di

/ No comments

L’ultimo avamposto del ’600 lombardo

Il quarto e ultimo appuntamento con la mostra di Serodine non poteva che essere dedicato a lei, la protagonista indiscussa, non solo della mostra, ma dell’intera opera del pittore ticinese. Tutta l’esposizione è stata del resto organizzata intorno a lei,

/ No comments

L’ultimo avamposto del ’600 lombardo

Il quarto e ultimo appuntamento con la mostra di Serodine non poteva che essere dedicato a lei, la protagonista indiscussa, non solo della mostra, ma dell’intera opera del pittore ticinese. Tutta l’esposizione è stata del resto organizzata intorno a lei,

/ No comments

Il padre di Serodine e il rischio di ritrarlo

Nel Seicento non sono tanti i pittori che hanno ritratto i propri genitori. Rispetto a oggi, l’artista era certamente meno libero di scegliere i propri soggetti: diversi erano, oggettivamente, i tempi di esecuzione, i costi del materiale impiegato, maggiore, mediamente,

/ No comments

Il padre di Serodine e il rischio di ritrarlo

Nel Seicento non sono tanti i pittori che hanno ritratto i propri genitori. Rispetto a oggi, l’artista era certamente meno libero di scegliere i propri soggetti: diversi erano, oggettivamente, i tempi di esecuzione, i costi del materiale impiegato, maggiore, mediamente,

/ No comments


Serodine con la luce fa saltare la materia

Nella dettagliatissima scheda in catalogo di questo San Pietro che legge, i curatori della mostra in corso alla Züst di Rancate ricostruiscono pressoché ora per ora la vicenda collezionistica e critica dell’ultimo secolo, ammettendo «quanto è difficile sfuggire alle seduzioni

/ No comments

Serodine con la luce fa saltare la materia

Nella dettagliatissima scheda in catalogo di questo San Pietro che legge, i curatori della mostra in corso alla Züst di Rancate ricostruiscono pressoché ora per ora la vicenda collezionistica e critica dell’ultimo secolo, ammettendo «quanto è difficile sfuggire alle seduzioni

/ No comments

Il rigore si fa bello. Macchina scenica per Serodine

I curatori Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, con l’ausilio dell’architetto Stefano Boeri hanno realizzato un percorso per immergere il visitatore in un allestimento sorprendente.. La parola ai curatori: «Per chi pratica un certo tipo di storia dell’arte, quello – per

/ No comments

Il rigore si fa bello. Macchina scenica per Serodine

I curatori Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, con l’ausilio dell’architetto Stefano Boeri hanno realizzato un percorso per immergere il visitatore in un allestimento sorprendente.. La parola ai curatori: «Per chi pratica un certo tipo di storia dell’arte, quello – per

/ No comments

Un florilegio per Moroni. Realtà libera dalle forme

Tra le esposizioni da non perdere c’è certamente l’esposizione dedicata dalla Royal Academy of Arts, prestigiosa istituzione londinese, a uno dei più grandi pittori lombardi del Cinquecento: il bergamasco Giovan Battista Moroni (1524 circa – 1579). È la prima rassegna

/ No comments

Un florilegio per Moroni. Realtà libera dalle forme

Tra le esposizioni da non perdere c’è certamente l’esposizione dedicata dalla Royal Academy of Arts, prestigiosa istituzione londinese, a uno dei più grandi pittori lombardi del Cinquecento: il bergamasco Giovan Battista Moroni (1524 circa – 1579). È la prima rassegna

/ No comments

Tanzio da Varallo incontra Caravaggio

Catalogo della Mostra: Napoli, Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano,  24 ottobre 2014 – 16 gennaio 2015. A cura di Maria Cristina Terzaghi. Editore: Silvana Editoriale Pp. 192, 90 Ill. Col., Cm 24×28. La mostra vuole essere un omaggio a

/ No comments

Tanzio da Varallo incontra Caravaggio

Catalogo della Mostra: Napoli, Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano,  24 ottobre 2014 – 16 gennaio 2015. A cura di Maria Cristina Terzaghi. Editore: Silvana Editoriale Pp. 192, 90 Ill. Col., Cm 24×28. La mostra vuole essere un omaggio a

/ No comments


Vermeer a Roma, un borghese piccolo piccolo

Un panettiere, una moglie, dieci figli, una suocera un po’ ingombrante da sopportare, un lavoretto poco redditizio. Sembrerebbe ridursi a poche piccole cose la storia che va in scena alle Scuderie del Quirinale, nella mostra che Roma dedica ad uno

/ No comments

Vermeer a Roma, un borghese piccolo piccolo

Un panettiere, una moglie, dieci figli, una suocera un po’ ingombrante da sopportare, un lavoretto poco redditizio. Sembrerebbe ridursi a poche piccole cose la storia che va in scena alle Scuderie del Quirinale, nella mostra che Roma dedica ad uno

/ No comments

L’impronta di Caravaggio a Campione

Avremmo lasciato volentieri perdere, avremmo scosso la testa – come ci è capitato decine di volte di fronte ad una mostra discutibile – avremmo ricordato, con rammarico, ben altre mostre che le pareti della Galleria Civica di Campione hanno visto

/ No comments

L’impronta di Caravaggio a Campione

Avremmo lasciato volentieri perdere, avremmo scosso la testa – come ci è capitato decine di volte di fronte ad una mostra discutibile – avremmo ricordato, con rammarico, ben altre mostre che le pareti della Galleria Civica di Campione hanno visto

/ No comments