Il padre di Serodine e il rischio di ritrarlo

Nel Seicento non sono tanti i pittori che hanno ritratto i propri genitori. Rispetto a oggi, l’artista era certamente meno libero di scegliere i propri soggetti: diversi erano, oggettivamente, i tempi di esecuzione, i costi del materiale impiegato, maggiore, mediamente,

/ No comments

Il padre di Serodine e il rischio di ritrarlo

Nel Seicento non sono tanti i pittori che hanno ritratto i propri genitori. Rispetto a oggi, l’artista era certamente meno libero di scegliere i propri soggetti: diversi erano, oggettivamente, i tempi di esecuzione, i costi del materiale impiegato, maggiore, mediamente,

/ No comments

William Congdon. Pianura

A cura di Davide Dall’Ombra e Francesco Gesti; Casa Editrice: Silvana Editoriale. Catalogo della Mostra William Congdon (1912-1998), artista americano rappresentante dell’Action painting, lasciata la New York degli amici Pollock e Mark Rothko, dopo aver viaggiato in tutto il mondo, decide

/ No comments

William Congdon. Pianura

A cura di Davide Dall’Ombra e Francesco Gesti; Casa Editrice: Silvana Editoriale. Catalogo della Mostra William Congdon (1912-1998), artista americano rappresentante dell’Action painting, lasciata la New York degli amici Pollock e Mark Rothko, dopo aver viaggiato in tutto il mondo, decide

/ No comments

Serodine con la luce fa saltare la materia

Nella dettagliatissima scheda in catalogo di questo San Pietro che legge, i curatori della mostra in corso alla Züst di Rancate ricostruiscono pressoché ora per ora la vicenda collezionistica e critica dell’ultimo secolo, ammettendo «quanto è difficile sfuggire alle seduzioni

/ No comments

Serodine con la luce fa saltare la materia

Nella dettagliatissima scheda in catalogo di questo San Pietro che legge, i curatori della mostra in corso alla Züst di Rancate ricostruiscono pressoché ora per ora la vicenda collezionistica e critica dell’ultimo secolo, ammettendo «quanto è difficile sfuggire alle seduzioni

/ No comments

Il rigore si fa bello. Macchina scenica per Serodine

I curatori Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, con l’ausilio dell’architetto Stefano Boeri hanno realizzato un percorso per immergere il visitatore in un allestimento sorprendente.. La parola ai curatori: «Per chi pratica un certo tipo di storia dell’arte, quello – per

/ No comments

Il rigore si fa bello. Macchina scenica per Serodine

I curatori Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, con l’ausilio dell’architetto Stefano Boeri hanno realizzato un percorso per immergere il visitatore in un allestimento sorprendente.. La parola ai curatori: «Per chi pratica un certo tipo di storia dell’arte, quello – per

/ No comments


Quel fiore che ti precede. Van Gogh

Era l’inverno del 1890 e la storia breve di uno dei più celebri pittori al mondo stava drammaticamente volgendo al termine. Erano passati solo cinque anni dai Mangiatori di patate, eppure, di lì a pochi mesi, Vincent Van Gogh si

/ No comments

Quel fiore che ti precede. Van Gogh

Era l’inverno del 1890 e la storia breve di uno dei più celebri pittori al mondo stava drammaticamente volgendo al termine. Erano passati solo cinque anni dai Mangiatori di patate, eppure, di lì a pochi mesi, Vincent Van Gogh si

/ No comments

Giovanni Testori. Crocifissione ’49

Catalogo della mostra al MART di Rovereto ( 28 marzo – 24 maggio 2015) A cura di Davide Dall’Ombra In collaborazione con l’Associazione Giovanni Testori Negli anni Quaranta Giovanni Testori era un giovane pittore e critico d’arte che dava alle

/ No comments

Giovanni Testori. Crocifissione ’49

Catalogo della mostra al MART di Rovereto ( 28 marzo – 24 maggio 2015) A cura di Davide Dall’Ombra In collaborazione con l’Associazione Giovanni Testori Negli anni Quaranta Giovanni Testori era un giovane pittore e critico d’arte che dava alle

/ No comments

La modernità di Courbet. Domande sul Realismo

Sembra impossibile rimanere delusi da una visita alla Fondazione Beyeler di Riehen e non solo per il sempre sorprendente edificio di Renzo Piano alle porte di Basilea, dove il trasecolare della luce sulle superfici di porfido rosso regala a questa

/ No comments

La modernità di Courbet. Domande sul Realismo

Sembra impossibile rimanere delusi da una visita alla Fondazione Beyeler di Riehen e non solo per il sempre sorprendente edificio di Renzo Piano alle porte di Basilea, dove il trasecolare della luce sulle superfici di porfido rosso regala a questa

/ No comments

Negato perché c’è

Per il Natale alle porte, facciamo un passo in avanti verso un’immagine che ci parla di vertigine e d’abisso. Si tratta di ciò che resta di una tela conservata alla Galleria degli Uffizi, dipinta dal pittore olandese Gherardo delle Notti

/ No comments

Negato perché c’è

Per il Natale alle porte, facciamo un passo in avanti verso un’immagine che ci parla di vertigine e d’abisso. Si tratta di ciò che resta di una tela conservata alla Galleria degli Uffizi, dipinta dal pittore olandese Gherardo delle Notti

/ No comments


Un florilegio per Moroni. Realtà libera dalle forme

Tra le esposizioni da non perdere c’è certamente l’esposizione dedicata dalla Royal Academy of Arts, prestigiosa istituzione londinese, a uno dei più grandi pittori lombardi del Cinquecento: il bergamasco Giovan Battista Moroni (1524 circa – 1579). È la prima rassegna

/ No comments

Un florilegio per Moroni. Realtà libera dalle forme

Tra le esposizioni da non perdere c’è certamente l’esposizione dedicata dalla Royal Academy of Arts, prestigiosa istituzione londinese, a uno dei più grandi pittori lombardi del Cinquecento: il bergamasco Giovan Battista Moroni (1524 circa – 1579). È la prima rassegna

/ No comments

Ruggito e scossa di verità. Riguardare Nag Arnoldi

Chiedermi di recensire una mostra di Nag Arnoldi sul Giornale del Popolo è come buttarmi giù da un aereo senza paracadute. Del ticinese classe 1928 i nostri lettori sanno tutto: si tratta dello sculture vivente più noto e di uso

/ No comments

Ruggito e scossa di verità. Riguardare Nag Arnoldi

Chiedermi di recensire una mostra di Nag Arnoldi sul Giornale del Popolo è come buttarmi giù da un aereo senza paracadute. Del ticinese classe 1928 i nostri lettori sanno tutto: si tratta dello sculture vivente più noto e di uso

/ No comments