Ottocento

Sguardi affascinati oltre la ringhiera…

“Eccolo arriva!” “Com’è bello, com’è bello!” “È impressionante!” “L’altra volta c’erano meno vagoni, ma sta volta è proprio bello…” “Dovrebbero farlo passare più spesso” “Eh no, dopo ci si abitua e non ci si diverte più”. “È sempre bello il

/ No comments

Sguardi affascinati oltre la ringhiera…

“Eccolo arriva!” “Com’è bello, com’è bello!” “È impressionante!” “L’altra volta c’erano meno vagoni, ma sta volta è proprio bello…” “Dovrebbero farlo passare più spesso” “Eh no, dopo ci si abitua e non ci si diverte più”. “È sempre bello il

/ No comments

Quel fiore che ti precede. Van Gogh

Era l’inverno del 1890 e la storia breve di uno dei più celebri pittori al mondo stava drammaticamente volgendo al termine. Erano passati solo cinque anni dai Mangiatori di patate, eppure, di lì a pochi mesi, Vincent Van Gogh si

/ No comments

Quel fiore che ti precede. Van Gogh

Era l’inverno del 1890 e la storia breve di uno dei più celebri pittori al mondo stava drammaticamente volgendo al termine. Erano passati solo cinque anni dai Mangiatori di patate, eppure, di lì a pochi mesi, Vincent Van Gogh si

/ No comments

La modernità di Courbet. Domande sul Realismo

Sembra impossibile rimanere delusi da una visita alla Fondazione Beyeler di Riehen e non solo per il sempre sorprendente edificio di Renzo Piano alle porte di Basilea, dove il trasecolare della luce sulle superfici di porfido rosso regala a questa

/ No comments

La modernità di Courbet. Domande sul Realismo

Sembra impossibile rimanere delusi da una visita alla Fondazione Beyeler di Riehen e non solo per il sempre sorprendente edificio di Renzo Piano alle porte di Basilea, dove il trasecolare della luce sulle superfici di porfido rosso regala a questa

/ No comments

La verità naturale di Giovanni Segantini

«Io continuo così a lavorare alla mia opera… accarezzando col pennello i fili d’erba, i fiori, gli animali e l’uomo». Rivedere, a distanza regolare di anni, l’opera del pittore Giovanni Segantini (1858-1899) è un esercizio salutare, certamente per gli occhi

/ No comments

La verità naturale di Giovanni Segantini

«Io continuo così a lavorare alla mia opera… accarezzando col pennello i fili d’erba, i fiori, gli animali e l’uomo». Rivedere, a distanza regolare di anni, l’opera del pittore Giovanni Segantini (1858-1899) è un esercizio salutare, certamente per gli occhi

/ No comments


Edouard Manet: l’uomo che liberò la pittura

Ci sono opere che conosciamo, magari senza rendercene conto, fin da un tempo imprecisato. E non è detto sia un bene. Ci sono immagini di quadri che abbiamo visto centinaia di volte, tanto che alla loro ricomparsa in un catalogo,

/ No comments

Edouard Manet: l’uomo che liberò la pittura

Ci sono opere che conosciamo, magari senza rendercene conto, fin da un tempo imprecisato. E non è detto sia un bene. Ci sono immagini di quadri che abbiamo visto centinaia di volte, tanto che alla loro ricomparsa in un catalogo,

/ No comments

Furto di Cézanne, Van Gogh, Degas e Monet

Zurigo è una città alla quale ci si affeziona. E a dirlo è un italiano. Non saprei bene spiegare perchè, malgrado mi sia interrogato più volte sull’argomento. Certo è la cosa più distante dall’Italia che si riesca ad immaginare e,

/ No comments

Furto di Cézanne, Van Gogh, Degas e Monet

Zurigo è una città alla quale ci si affeziona. E a dirlo è un italiano. Non saprei bene spiegare perchè, malgrado mi sia interrogato più volte sull’argomento. Certo è la cosa più distante dall’Italia che si riesca ad immaginare e,

/ No comments

Ernst Beyeler la mostra

Il mondo in una stanza, o poco più. C’eravamo ripromessi, quasi due anni fa, di dedicare lo spazio dovuto alla storia della Fondazione Beyeler di Basilea, uno dei più affascinanti musei del mondo, progettato da Renzo Piano, esito di una

/ No comments

Ernst Beyeler la mostra

Il mondo in una stanza, o poco più. C’eravamo ripromessi, quasi due anni fa, di dedicare lo spazio dovuto alla storia della Fondazione Beyeler di Basilea, uno dei più affascinanti musei del mondo, progettato da Renzo Piano, esito di una

/ No comments

Il medico nell’arte

Ieri Veronica ha perso il suo Bambino. Due ore prima mi aveva detto, commossa, che aspettava il suo quarto figlio, inatteso, non previsto e già amato. Poi una perdita, un presentimento, lacrime e  un messaggino… Lilia, la ginecologa, l’ha visitata

/ No comments

Il medico nell’arte

Ieri Veronica ha perso il suo Bambino. Due ore prima mi aveva detto, commossa, che aspettava il suo quarto figlio, inatteso, non previsto e già amato. Poi una perdita, un presentimento, lacrime e  un messaggino… Lilia, la ginecologa, l’ha visitata

/ No comments


Picasso a Madrid 1. Confronto con gli antichi al Prado

Anno 1937, Pablo Picasso dipinge uno dei tre quadri più famosi del mondo, con l’Urlo di Munch (recuperato dopo il furto l’altro ieri) e la Gioconda: si chiama Guernica, dal nome della cittadina spagnola di cui rappresenta il bombardamento, avvenuto

/ No comments

Picasso a Madrid 1. Confronto con gli antichi al Prado

Anno 1937, Pablo Picasso dipinge uno dei tre quadri più famosi del mondo, con l’Urlo di Munch (recuperato dopo il furto l’altro ieri) e la Gioconda: si chiama Guernica, dal nome della cittadina spagnola di cui rappresenta il bombardamento, avvenuto

/ No comments

Arte Ticinese dalla Banca a Villa Ciani

Da sempre vicina alla cultura del Ticino, la BancaStato ha sostenuto negli ultimi anni numerose iniziative volte a valorizzarne il patrimonio artistico. Non stupisce quindi che, parallelamente, abbia deciso d’investire nell’acquisto di opere legate al Ticino, prodotte dalla fine dell’Ottocento

/ No comments

Arte Ticinese dalla Banca a Villa Ciani

Da sempre vicina alla cultura del Ticino, la BancaStato ha sostenuto negli ultimi anni numerose iniziative volte a valorizzarne il patrimonio artistico. Non stupisce quindi che, parallelamente, abbia deciso d’investire nell’acquisto di opere legate al Ticino, prodotte dalla fine dell’Ottocento

/ No comments